CONDIVIDI
photo Facebook

Valentino Rossi inizia il primo test invernale a Sepang con il turbo, seriamente intenzionato a lottare ancora per le posizioni di vertice. I postumi dell’infortunio e le difficoltà tecniche della scorsa stagione non hanno piegato fisicamente e moralmente il pilota di Tavullia che nei primi due giorni di prove collettive gravita nella testa del gruppo.

“Il telaio è nato sulla base di quello del 2016 e come inizio è davvero molto buono: mi sento meglio, guido in modo più naturale, posso spingere e sono abbastanza veloce – ha detto il Dottore -. Abbiamo una buona base di partenza anche per l’elettronica, anche se ci dobbiamo lavorare molto e mi pare di essere più sicuro pure sul bagnato che l’anno scorso era un grosso problema”.

Ancora presto per fare pronostici, ma in casa Yamaha regna una certa soddisfazione sui risultati apportati dal nuovo telaio e motore, in attesa di nuovi step ottenibili dal lavoro sull’elettronica, che resta lo snodo fondamentale. Ma in una stagione importante anche per il rinnovo dei contratti, e con Maverick Vinales che ha già messo nero su bianco alla presentazione ufficiale del team, sembra che i tempi del Dottore abbiano preso una decisa accelerazione.

“Sono sempre stato competitivo e sono molto contento perché abbiamo fatto un ottimo lavoro a novembre, dopo tutta la confusione della stagione”, ha detto Valentino Rossi dopo la prima giornata di test. “Sento ancora la motivazione e voglio continuare. “Voglio capire se posso tenere il passo e la moto è competitiva, e se avrò abbastanza forza dopo il test firmerò”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori