CONDIVIDI
Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

“Se la Ducati riesce a fare questa benedetta moto con Gigi Dall’Igna, credo che potremo toglierci delle soddisfazioni con un binomio tutto italiano. Senza contare che c’è ancora un Valentino (Rossi, ndr) che… tanto di cappello! Perché so che durante l’inverno, a trentacinque anni, si è allenato come mai faceva neppure a venti… Ha dimostrato di essere ancora il campione del mondo, se non ci fosse Marquez il mondiale sarebbe suo”. Così Carlo Pernat, manager sportivo e figura storica del motomondiale, in una lunga intervista a sportincondotta.it nella quale ha passato in rassegna i nomi e volti più importanti di questa disciplina.

Restando in tema di mondiali, Pernat ha ricordato tra l’altro la figura di Marco Simoncelli. “Il povero Marco era un vincente – ha affermato -. Sicuramente era uno che ci avrebbe regalato dei mondiali insieme a Marquez…”. “Marco la lasciato un segno indelebile – ha aggiunto -. Era un ragazzo veramente semplice, a volte ingenuo, ma ingenuo nel senso buono del termine. Tanto è vero che è amato da tutti… Non sarà mai dimenticato”.

Redazione