CONDIVIDI
Mika Kallio
Getty Images

Test MotoGP, Mika Kallio prova 7 KTM diverse

Il collaudatore della Red Bull KTM Mika Kallio ha partecipato al primo giorno di test MotoGP a Sepang per lo Shakedown. Sceso in pista con doppia numerazione, il 66 sulla livrea e il 36 sul casco, ha poi spiegato che è stato costretto a scegliere il 66, in quanto il 36 è stato adottato da Joan Mir. “Ho visto l’elenco di quei numeri che erano ancora disponibili, ho scelto questo numero. Non c’è una storia speciale alle spalle o qualcosa di simile”.

Per tutte le news sui Test MotoGP in Malesia LEGGI QUI

Il tester finlandese ha lavorato su ben sette modo differenti, in attesa che da domani siano in pista anche Johann Zarco, Pol Espargarò, Miguel Oliveira e Hafizh Syahrin: “Il compito principale di oggi era guidare le moto per gli altri piloti che iniziano i test domani. Ho completato alcuni giri con le moto di Pol Espargaró e  di Johann Zarco e poi sono passato alle macchine Tech3 – riporta Speedweek.com -. Alla fine, è stato molto interessante, perché ogni pilota ha una posizione di seduta leggermente diversa e ho potuto fare delle comparazioni”.

Sulla KTM RC16 è apparsa un nuovo cupolino aerodinamico in stile Yamaha, che non promette un grande vantaggio: “Come al solito, ci sono aspetti positivi e negativi. Dovremo decidere in seguito cosa resterà quando gli altri piloti vedranno cosa è meglio per loro. Tutti pensano che queste ali portino molto tempo, ma alla fine la differenza è molto piccola”, ha proseguito Kallio, non ancora in perfetta forma dopo l’infortunio rimediato al ginocchio destro che ha richiesto il ricorso al bisturi: “Sta migliorando, ma siamo ancora lontani dal tornare al 100%. C’è ancora molto da fare. Soprattutto in certe curve ho ancora difficoltà a trovare la giusta posizione sulla moto, perché il movimento del mio ginocchio destro è ancora parzialmente limitato. Ecco perché non posso davvero usare il freno posteriore”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori