Bambini asilo scuola
Bambina in una scuola (Getty Images)

Un maestro d’asilo è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale su minore. L’uomo di 64 anni, incensurato, avrebbe abusato di almeno cinque bambine all’interno della scuola in cui insegnava.

Un maestro d’asilo di 64 anni è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale su minore. L’uomo insegnava in una scuola materna di Lamezia Terme, provincia di Cosenza, e ad incastrarlo sono state le telecamere installate nella classe a seguito della denuncia di una mamma.

Maestro d’asilo arrestato: le vittime avevano solo 5 anni

Faceva sedere le bambine sulle sue gambe, gli toccava i glutei e le parti intime con gesti volti a compiere atti sessuali: queste le accuse che hanno condotto all’arresto un maestro d’asilo di 64 anni di Lamezia Terme. Ad inchiodare l’uomo sarebbero state le immagini riprese dalle telecamere installate, a seguito della denuncia di una madre, all’interno della classe in cui insegnava. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale su minore in esecuzione ad un’ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Lamezia Terme. Secondo quanto riferito dagli inquirenti, come riporta la redazione di Fanpage, l’uomo avrebbe fatto spesse sedere sulle sue gambe o in braccio le piccole alunne, toccando loro le parti intime. L’indagine è scattata a seguito della denuncia sporta da una madre la quale si è recata presso la Questura dopo che la figlia le avrebbe raccontato dei palpeggiamenti che era costretta a subire dal maestro. A seguito della denuncia altre madri si sono esposte, confermando i loro più atroci timori ossia che il 64enne avrebbe abusato anche delle loro figlie. Su richiesta ed autorizzazione del sostituto procuratore della Repubblica, Giuseppe Falcone, l’ufficio anticrimine del commissariato di Polizia, ha provveduto ad installare delle telecamere all’interno dell’aula in cui insegnava l’uomo e grazie a questo impianto sono riusciti ad incastrarlo. In alcune immagini si vede l’uomo prendere in braccio le bambine, accarezzarle nelle parti intime, baciarle in bocca e sul collo. Per queste ragioni, il gip del Tribunale di Lamezia Terme, Dottor Carlo Fontanazza, ha emesso nei confronti del 64enne un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a seguito della quale l’uomo è stato condotto nella casa circondariale dalla Polizia.

Leggi anche —> Auto pirata investe ragazza 19enne incinta: grave la neonata

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore