Un piccolo di soli tre anni finito in una triste avventura tra grandi.

Un’avventura tra le maestre, rimaste senza cambio, che avevano preso gli unici pantaloni puliti che avevano di scorta: dei vestiti color fucsia. Questa decisione da parte degli insegnanti non è piaciuta alla mamma:

“Vi ringrazio per i pantaloni rosa e le mutandine che avete prestato al bambino, dopo aver esaurito la scorta. Però le norme sociali non le abbiamo fatte noi. Lo preferivamo pisciato, che sappiamo che tanto asciuga, piuttosto che vestito da femmina e con le idee sull’identità di genere in conflitto

 

ha scritto la signora  in un biglietto che ha consegnato alla scuola d’infanzia Peter Pan a Chivasso (Torino).

 “Le maestre si sono comportate usando il buon senso. Non potevamo certo lasciare un bimbo con i pantaloni bagnati. Le insegnanti hanno addirittura avvisato papà e mamma del bimbo che venissero a portare un altro cambio e solo dopo aver appreso che non potevano raggiungere la scuola, allora hanno recuperato dei pantaloni e la biancheria di scorta che teniamo in caso di evenienza”,

ha fatto sapere alla Stampa la vicaria della scuola Enrica Venneri.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore