bautista alvaro rea jonathan Superbike 2019
Jonathan Rea e Alvaro Bautista (©Getty Images)

E’ in arrivo il secondo appuntamento del campionato mondiale Superbike 2019. Dopo il round di apertura a Phillip Island (Australia), in questo weekend si corre presso il Chang International Circuit di Buriram (Thailandia).

Nel gran premio di apertura c’è stato un inaspettato dominio di Alvaro Bautista del team Aruba Racing Ducati. L’ex pilota MotoGP si è aggiudicato tutte le manche, bottino pieno. Sempre secondo il campione in carica Jonathan Rea, che con la sua Kawasaki ha ottenuto il massimo possibile nel weekend australiano e spera di tornare a vincere il Thailandia. I rider più attesi sono loro due, anche se non vanno scordati gli altri.

Superbike 2019, nuovo duello Bautista-Rea in Thailandia?

La pista di Buriram ha tre rettilinei nei quali il motore della Ducati Panigale V4 R potrebbe esaltarsi. In molti indicato Bautista come il favorito anche per questo fine settimana. Il pilota spagnolo cerca di tenere i piedi per terra: «In Australia ho vissuto un weekend da sogno, non avrei potuto chiedere un inizio migliore nel World Superbike. In Thailandia ho ottenuto un buon risultato lo scorso anno in MotoGP e questo mi dà sicurezza, anche se quella del Buriram è una pista con caratteristiche diverse da quelle di Phillip Island perché qui i settori sono misti. Andremo in Thailandia con la stessa mentalità dell’Australia, adesso ho il giusto feeling con la moto e proverò a trovarlo anche qui. La Panigale V4 R è completamente nuova e ha un potenziale altissimo. Però abbiamo ancora tanto lavoro da fare per portarla al 100%. Non so se il Buriram sia un circuito adatto per la Ducati o no, staremo a vedere che cosa succederà».

Sulla carta il tracciato thailandese dovrebbe venire incontro alle caratteristiche tecniche della moto di Borgo Panigale. Ovviamente bisognerà attendere i primi turni di prove libere per capire meglio i valori in pista. Un anno fa al Chang International Circuit ci fu il successo di Rea in Gara 1 con la Kawasaki, mentre nella seconda manche il nord-irlandese arrivò quarto e a trionfare fu Chaz Davies su Ducati.

Il quattro volte campione nel mondo SBK è motivato a riscattarsi in questo fine settimana. Vuole tornare a vincere e dimostrare che il suo regno non è finito. Queste le parole di Johnny oggi: «Ho sempre detto che non avremmo potuto vincere per sempre e che un giorno ci sarebbe stato qualcuno in grado di starmi davanti. Penso che abbiamo solo bisogno di continuare a lavorare, ci sono ancora molte gare. L’anno scorso abbiamo concluso il primo round dietro a Melandri. Siamo stati martellati per tutta la stagione ma alla fine abbiamo vinto con quasi 200 punti. Mi piace la competizione, mi carica. Adesso, Alvaro sembra essere l’uomo del momento, tutti parlano di lui ma lo sapremo con certezza solo dopo alcune gare. Quando arriveremo in Europa capiremo il vero livello della competizione».

 

Matteo Bellan

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori