Max Neukirchner
Max Neukirchner (©Getty Images)

Superbike, Neukirchner esalta Rea per i risultati in Honda.

Prima di approdare in Kawasaki e vincere quattro titoli Superbike consecutivi, Jonathan Rea ha corso per ben sei stagioni in Honda. Considerando che la moto di Tokio non era all’altezza di diverse altre, lui ottenne ottimi risultati.

Nel 2014, il suo ultimo anno in Honda, fu persino in grado di chiudere il campionato in terza posizione. In totale 15 gare vinte e 40 podi conquistati in sella alla CBR1000RR. Tutti gli hanno riconosciuto che è riuscito a fare qualcosa di straordinario, soprattutto se confrontato con quanto ottenuto dai suoi compagni di team.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di MotoGP, Superbike e F1 CLICCA QUI

Superbike, Neukirchner elogia Rea

Max Neukirchner è stato compagno di Rea proprio in Honda nel 2010. Il tedesco chiuse quel campionato Superbike al 18° posto con 54 punti, senza mai salire sul podio e centrando la top in gara solamente una volta. Invece Johnny si classificò 4° con quattro vittorie e altri sei podi. Un confronto impietoso.

Lo stesso Neukirchner, intervistato da Speedweek, ha ammesso che il nord-irlandese fece qualcosa di straordinario con la CBR1000RR. Queste le sue parole: «Tutti sanno che la Honda non era competitiva. Lui ha fatto l’impossibile con quella moto, lottando tanto. Voleva davvero vincere e ce l’ha fatta a volte, ciò fu pazzesco. Io non ce l’ho fatta, anche se ho provato di tutto. Non avevo lo stile di guida che serve per una Honda. Ho sempre avuto molta velocità nelle curve, ma non ha funzionato con quella moto. Johnny è stato in grado di adattarsi e spostare la Honda rapidamente. Ho commesso errori nella mia carriera, lui ha fatto tutto nel modo giusto. Anche se guadagnava bene alla Honda, ha avuto il coraggio di lasciarla».

Il pilota tedesco confessa che Rea fu di un altro livello in sella ad un mezzo tutt’altro che competitivo. La scelta di lasciare la Honda fu quasi obbligata, perché non c’erano speranze di vincere altrimenti. Trovò spazio in Kawasaki, reduce dalla vittoria del titolo Superbike 2013 con Tom Sykes. Una decisione azzeccata, visto che dal 2014 ad oggi tutti i mondiali sono stati vinti da Johnny. Ha raggiunto la leggenda Carl Fogarty come numero di titoli e, con un contratto fino al 2020 con la casa di Akashi, punta a diventare il recordman assoluto della SBK.

 

Matteo Bellan

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore