Tom Sykes Superbike BMW
Tom Sykes (©Getty Images)

Superbike 2019, BMW: il nuovo motore per una svolta nel campionato.

Il weekend di Assen è stato abbastanza positivo per il team BMW Motorrad WorldSBK. Sicuramente la pista del TT Circuit ha permesso alla S 1000 RR di mascherare alcuni dei problemi derivati dall’avere un motore non ancora all’altezza di Ducati, Kawasaki e Yamaha. Ma in generale c’è stata la conferma che il progetto sembra essere nato bene, che la base è buona e che vi sono margini di miglioramento.

Certamente ci si aspettava qualcosina di più da Tom Sykes, decimo in Gara 1 e settimo in Gara 2. Il campione del mondo Superbike 2013 aveva mostrato un potenziale interessante tra Prove Libere e Superpole, ma poi non è riuscito ad avere il guizzo giusto. Quello di Assen è stato comunque un fine settimana che ha esaltato il suo compagno Markus Reiterberger. Scattato dalla prima fila, il pilota tedesco ha poi ottenuto due sesti posti incoraggianti.

Superbike 2019, da Imola o Jerez motore nuovo per la BMW

Il team BMW Motorrad WorldSBK sembra aver imboccato la giusta strada. Alla casa di Monaco le risorse economiche e tecniche non mancano per salire al top della categoria. Ovviamente serve del tempo, visto che il progetto è nuovo e anche la concorrenza non rimane ferma, però è fondamentale migliorare costantemente.

Un aspetto della S 1000 RR che va migliorato è il motore. Abbiamo visto Sykes e Reiterberger soffrire in rettilineo. La moto ha un propulsore praticamente stock, con tutti i limiti prestazionali che ne derivano, ma una svolta dovrebbe arrivare per il Gran Premio d’Italia del 10-12 maggio. Ad Imola, o al massimo per Jerez, la BMW dovrebbe portare il nuovo motore. Nel GP italiano non è determinante, ma in generale è comunque importante avere più potenza e velocità. Però è fondamentale anche non perdere i pregi attuali della S 1000 R. La squadra deve essere brava nel trovare il giusto equilibrio per avere poi un pacchetto completo.

Reiterberger dopo Assen ha spiegato gli ambiti nei quali il team deve intervenire: «Dobbiamo ancora migliorare il nostro carico posteriore. Soprattutto con il pneumatico in entrata perché ho un sacco di scivolamento. Stiamo lavorando sul freno motore e sul telaio per ottenere più carico sul posteriore, per mantenere stabile la moto fino alla metà della curva e fare in modo che l’uscita di curva sia migliore. Inoltre dobbiamo migliorare la nostra accelerazione per migliorare la nostra velocità massima». Oltre al motore in sé, ci sono più interventi da effettuare. In casa BMW sanno cosa fare e vedremo quando riusciranno a lottare stabilmente per le migliori posizioni.

 

Matteo Bellan

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore