Paolo Ciabatti
Paolo Ciabatti (©Getty Images)

Superbike 2019 | Ciabatti e le ambizioni di Ducati nel campionato.

La Ducati in questo 2019 ha obiettivi importanti. Vuole vincere il titolo MotoGP e giocarsela anche in Superbike. Non sarà semplice, però la casa di Borgo Panigale crede di potercela fare.

Nel campionato mondiale SBK ci sarà una nuova moto, l’innovativa V4 R affidata a Chaz Davies e Alvaro Bautista nel team ufficiale Aruba. Mentre Michael Rinaldi la guiderà nella squadra privata Barni e Eugene Laverty in quella Go Eleven. Per la prima volta Ducati si presenta con un mezzo quattro cilindri, sperando di ridurre il gap dal binomio Rea-Kawasaki.

Superbike, Ciabatti fiducioso sul 2019 di Ducati

Paolo Ciabatti, intervistato da Speedweek, ha ribadito che Jonathan Rea e Kawasaki meritano i loro successi in Superbike. Allo stesso tempo, però, ritiene che la casa di Borgo Panigale possa finalmente dare del filo da torcere: «Speriamo che con la nostra nuova moto arriverà allo stesso livello. Ora abbiamo un motore a quattro cilindri con 1000 cc e Chaz Davies ha già dimostrato che può battere Rea, se rimane senza infortuni e ha una moto con la quale non ha bisogno di andare costantemente oltre il limite. Non dobbiamo dimenticare che il motore V2 era alla fine dello sviluppo».

Il direttore sportivo Ducati ha grande fiducia in Chaz Davies, che a suo avviso può battere il quattro volte campione del mondo SBK. E c’è ottimismo anche sul rendimento degli altri piloti: «Bautista ha dimostrato di essere uno dei piloti più veloci della MotoGP, anche se non ha mostrato il suo vero potenziale per tutta la sua carriera. Ma guarda cosa ha mostrato a Phillip Island: si è seduto per la prima volta sulla moto ufficiale di Lorenzo e ha subito lottato per il podio. Abbiamo una squadra molto forte. Rinaldi crescerà con Barni e, si spera, si avvicinerà ai primi 5 di ogni gara. Saremmo molto soddisfatti di questo. E Laverty è uno dei migliori piloti al mondo, siamo molto contenti che guiderà una Ducati».

Con Davies, Alvaro Bautista, Michael Rinaldi e Eugene Laverty sicuramente Ducati ha una batteria di piloti molto interessante. Ci sarà del lavoro da fare per sviluppare al meglio la nuova Panigale V4 R, però il potenziale per fare bene c’è. Tre su quattro sono rider con tanta esperienza e dunque possono dare nell’immediato un’impronta importante.

Ciabatti non si nasconde e dice chiaramente quali sono gli obiettivi della casa bolognese nel 2019: «Non ci sono scuse quest’anno, vogliamo vincere il Campionato del Mondo Superbike e il Campionato del Mondo MotoGP. Per la SBK, riteniamo che la Panigale V4R sia lo strumento giusto, anche se certamente dovremo fare molti progressi nel primo anno con la nuova moto. Tuttavia, la V4R è la moto giusta per sfidare Kawasaki e Jonathan Rea». La sfida è lanciata.

 

Matteo Bellan

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore