Davide Tardozzi Superbike Ducati
Davide Tardozzi (©Getty Images)

Superbike, Ducati Panigale V4 R da MotoGP? La spiegazione di Tardozzi.

L’avvio del campionato mondiale Superbike 2019 è stato sorprendente. Dopo quattro anni di dominio del binomio Rea-Kawasaki, abbiamo assistito allo strapotere di Alvaro Bautista con la Ducati Panigale V4 R. Le prime undici manche sono state vinte tutte da lui, un record. Solo a Imola questa supremazia è stata interrotta dalla doppietta di Johnny.

Più di qualcuno si è interrogato sul nuovo bolide quattro cilindri bolognese. C’è chi ha criticato la casa ducatista di aver “tradito” la filosofia della Superbike, improntata sull’utilizzo di derivate di serie, per portare in pista un mezzo da MotoGP. Più di qualcuno considera la Ducati Panigale V4 R una moto da top class e non semplicemente da SBK. È un argomento molto dibattuto, assieme a quello inerente i giri motore e il prezzo.

Superbike, Ducati Panigale V4 R da MotoGP? Tardozzi spiega la verità

Davide Tardozzi, intervistato da Sky Sport, ha voluto fornire la propria spiegazione riguardante la Ducati Panigale V4 R. Queste le parole del team manager ducatista: «La moto da Superbike ha un po’ il DNA di quella da MotoGP. Siamo orgogliosi di dire che la nostra tecnologia sulla strada arriva dalla MotoGP. Qualcuno ha fatto di questa affermazione un mantra per dire che corriamo con una MotoGP. Semplicemente il motore da strada della V4 R è derivato dalla Desmosedici ma non vi ha nulla a che fare. Si tratta di una moto stradale.

Successivamente Tardozzi ha toccato anche un altro tema sensibile, ovvero quello del prezzo della quattro cilindri di Borgo Panigale : «Che Ducati sia brava a vendere una moto iper performante a 40 mila euro non vuol dire che andiamo in pista con un prezzo superiore alle altre. Perché per preparare le altre spendono anche di più. La nostra non ha un costo così superiore alle altre alla fine. È il costo della moto da pista poi a fare la differenza per i team, non quello del mezzo da strada».

A Imola si è interrotta la striscia di vittorie consecutive di Bautista, ma il team manager ducatista non è ovviamente preoccupato di questo: «La cosa importante è vincere il campionato, anche con un solo punto più dell’avversario. Inoltre siamo consapevoli che Rea è un pilota fortissimo. Siamo contenti delle prestazioni di Alvaro, ma sappiamo che non potremo vincerle tutte».

 

Matteo Bellan

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori