CONDIVIDI

Una giornata di festa diventata una vera e propria tragedia per un gruppo di anziani. La comitiva era in procinto di partire per Praga, in vista di una gita attesa da tanto tempo. I quattro anziani si trovavano sulla Statale Aurelia, alle porte della zona industriale di Massa (Massa Carrara) e mentre attraversavano le strisce pedonali sono stati travolti e falciati da un furgone adibito al trasporto di medicinali. Il bilancio è devastante. Due morti e tre feriti compreso l’autista del mezzo. Uno dei feriti (una donna) è ricoverata in prognosi riservata. Il gruppo stava raggiungendo proprio il pullman per iniziare la sua gita. Al momento l’autista è stato arrestato per omicidio stradale in attesa delle controanalisi del test tossicologico: il primo avrebbe dato esito positivo alla cocaina.

La ricostruzione della Polstrada

Le vittime sono Carmine Rifulli, 81 anni, originario di Sarno (Sa), deceduto dopo qualche ora all’ospedale Noa di Massa, ed Enrica Barani, 74 anni, nata a Massa ma residente a Empoli (Firenze), morta sul colpo: per lei sono stati inutili i soccorsi dei sanitari del 118. In gravi condizioni la moglie dell’81enne, ancora ricoverata in rianimazione con fratture multiple. A investirli, alle 5,30, Pietro Pelliccia, 40 anni, originario di Pietrasanta (Lucca), ma residente a Massa, un paziente del Sert dell’Azienda sanitaria apuana dal 2000.  A polizia e carabinieri avrebbe raccontato di non aver visto gli anziani. Secondo quanto ricostruito dagli agenti della Polstrada, il furgone avrebbe preso in pieno il gruppetto di pensionati che stava attraversando l’Aurelia sulle strisce pedonali per raggiungere la fermata del bus dove avrebbe atteso il pullman che li doveva portare in gita turistica a Praga.