CONDIVIDI

In questi giorni molti automobilisti si sono trovati in un incubo quando si sono visti recapitare una cartella esattoriale contenente un bollo auto non pagato risalente al 2012. La raffica di notifiche risalenti al periodo contestato, però, non hanno più corso legale essendo, per legge, andate in prescrizione. Per tal motivo numerosi automobilisti si sono rivolti alle associazioni a tutela dei consumatori allo scopo di far partire una class action che gli permetta di non pagare il bollo in questione.

I presupposti per non pagare ci sono tutti, per legge, infatti, bastano tre anni affinché il mancato pagamento del bollo auto vada in prescrizione: nel caso in specie se il bollo è risalente al 2012, i tre anni partono dal primo gennaio 2013 e vanno in prescrizione dal primo gennaio del 2016. La prescrizione può essere interrotta solo dall’invio di una cartella esattoriale di Equitalia che risulti notificata prima dei termini previsti per legge. Chi avesse, quindi, ricevuto una cartella esattoriale tra il 2013 ed il 2015 non potrà usufruire dell’esenzione del pagamento, mentre tutti gli altri si vedranno annullato il provvedimento ingiuntivo di pagamento con aggiunta di relativa mora. Chi volesse avere accesso all’esenzione, dunque, dovrà verificare di non aver ricevuto e firmato una notifica da parte del comune di appartenenza riguardante il bollo entro i termini stabiliti dalla legge.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori