CONDIVIDI

Anthony Bourdain, chef e scrittore newyorkese, è morto. Aveva 61 anni. Secondo quanto riportato dalla CNN, Bourdain si sarebbe tolto la vita venerdì. “È con enorme tristezza che confermiamo la morte del nostro amico e collega.

 

 

Il suo grande amore per l’avventura, per le amicizie, per il buon cibo e il buon vino, le sue storie riconosciute in tutto il mondo hanno fatto di lui uno storyteller unico. Il suo talento non smetterà mai di appassionarci e ci mancherà davvero tanto”, si legge in un comunicato della catena televisiva. Sempre secondo la CNN, a trovare Anthony senza vita in una camera d’albergo in Francia è stato il suo amico, lo chef francese Eric Ripet.

Executive chef in un noto ristorante newyorkese, scrittore, conduttore giramondo di programmi tv, Bourdain si era inventato una narrazione in grado di unire cibo di strada e cucine stellate e lo aveva fatto qualcosa come diciassette anni fa.

Sorriso sghembo e andatura stropicciata, sguardo furbo e prontezza di spirito cesellata dalla vita più che dal copione di un talent show, Bourdain stava girando nuove puntate del suo amatissimo programma, Parts Unknown, in onda sulla CNN e per questo si trovava in Francia. Un episodio, quello ambientato ad Hong Kong, vede alla regia Asia Argento, con la quale Anthony aveva una relazione. L’attrice italiana ha pubblicato su Instagram una foto significativa del momento: è un selfie, dove Asia si ritrae con gli occhi lucidi, prossima al pianto