CONDIVIDI
Maverick Vinales
Getty Images

MotoGP Thailandia, Maverick Vinales: “All’ultimo giro ho dimenticato Valentino Rossi”.

Con il terzo posto nella gara MotoGP al Buriram, Maverick Vinales ha conquistato il primo podio della Yamaha dal GP del Sachsenring a metà luglio. Forte come in Thailandia Yamaha non è stata per quasi tre mesi, ma nessuno sa spiegare il motivo. Valentino Rossi ha comandato la gara dal 5 al 10° giro, Vinales è salito sul podio con 0,270 secondi di gap dal vincitore.

Dopo la prima sessione di prove libere della Yamaha venerdì, ci sono state molte congetture sul perché la M1 sia improvvisamente competitiva dopo le scarse prestazioni a Spielberg, Misano e Aragon. Cal Crutchlow, che ha studiato i piloti Yamaha in tutto il GP di Buriram, ha ipotizzato che le gomme fossero la causa delle buone prestazioni. “Con queste gomme Michelin hai dovuto guidare di più in una posizione inclinata, è quello che la Yamaha sta cercando”. Del resto Vinales non nasconde che il segreto del suo podio è dovuto al feeling con le gomme: “Soprattutto nei settori 2 e 3 sono stato molto bravo. Il fine settimana è stato davvero fantastico, spero che potremo continuare a Motegi. Devo guadagnare un po’ più di autostima… Sono curioso di sapere se i cambiamenti nella motocicletta in Giappone saranno d’aiuto”.

Nella parte finale di gara Maverick Vinales ha quasi dimenticato a chi c’era alle sue spalle (Valentino Rossi, ndr). “Nell’ultimo giro non ho pensato tanto a quello che stava succedendo dietro di me, ma a quello che stava accadendo davanti a me. Sapevo di non avere la possibilità di superare i due prima di me. Volevo solo atterrare sul podio. Non so perché è stato così di nuovo bene con la Yamaha. Forse è stata la pista, le gomme o le modifiche apportate alla moto. Mi sono sentito molto a mio agio sulla moto e ho fatto del mio meglio. Quindi siamo arrivati ​​molto vicino alla vetta”.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News