CONDIVIDI
Marc Marquez
Getty Images

MotoGP: Marc Marquez perde la pole, a Sepang parte 7°

La Race Direction ha sanzionato Marc Márquez con sei posizioni in griglia di partenza per aver infastidito Andrea Iannone durante la Q2 che si è svolta questa mattina sul circuito di Sepang.

Il pannello dei commissari ha decretato che il pilota di Cervera ha ostacolato la traiettoria dell’italiano quando arrivava dal giro veloce, per questo motivo il campione perde sei posizioni sulla griglia di partenza di domani, quindi andrà ad occupare la settima posizione pur avendo raggiunto la pole position.

Non è la prima volta che Márquez riceve una penalità di questo tipo in questa stagione. Il # 93 era già stato penalizzato con tre posizioni in Austin per un’azione simile su Maverick Viñales. Proprio questa recidiva ha fatto passare la penalità di oggi da tre a sei posizioni. Prima che la decisione del gruppo di commissari fosse ufficializzata, Márquez sapeva già che stavano indagando sull’azione. Così in conferenza stampa ha spiegato quello che è successo in pista con Iannone: “Oggi sono stato in grado di utilizzare uno dei miei più grandi punti di forza, quello di adattarsi alle condizioni molto rapidamente. I giri della FP4 sul bagnato sono stati fondamentali. Abbiamo capito come abbiamo dovuto sintonizzare la moto. Per le qualifiche abbiamo cambiato il set-up e mi sono sentito subito meglio”, ha commentato il Cabroncito.

Su quanto accaduto nella Q2 con Andrea Iannone ha affermato: “Non so se Iannone è venuto veloce o meno. Non so come è venuto, ma è vero che ho ostacolato un po’ l’angolo. Ho cercato di distogliere lo sguardo, perché ho pensato che ci fosse solo Rins e ho visto solo una Suzuki. Nella FP4 è successo qualcosa di simile con Valentino… Ho chiesto scusa a Iannone, penso che nessuno voglia ostacolare nessuno”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori