CONDIVIDI
Volvo progetto Plasticless
Volvo progetto Plasticless (image by Facebook)

La plastica nei mari è un grande problema che sta inquinando le acque di tutto il mondo. Volvo e LifeGate hanno dato vita al progetto PlasticLess che ora prende piede anche in Italia partendo dal porto di Marina di Varazze. L’azienda svedese ha deciso di sostenere questo progetto in Italia dopo aver dato il suo apporto anche a livello internazionale con il progetto Clean Seas promosso dalle Nazioni Unite. A Marina di Varazze, in provincia di Savona, è stato posto il primo seabin. Seabin ha un cestino che filtra l’acqua e che riesce a tratten ere micro plastiche e micro fibre. A breve il progetto sarà portato anche a Cattolica ed a Venezia Certosa Marina per ripulire i mari in quelle zone. Si pensa che con questo progetto all’interno del 2018 si riuscirà a ripulire i mari italiani da circa 140 tonnellate di plastica.

Volvo, progetto Plasticless e attenzione all’inquinamento

La casa svedese sta prendendo degli impegni notevoli nei confronti della sostenibilità e l’abbattimento del consumo della plastica. In tutti gli uffici infatti non saranno più presenti plastiche monouso andando a puntare maggiormente su materiali più sostenibili. Un altro annuncio dell’azienda è che dal 2025 il 25% delle plastiche utilizzate per la costruzione dei veicoli deriveranno dai materiali di riciclo. Un impegno che va sempre più nella direzione di un’attenzione maggiore rispetto a quella che è l’eco sostenibilità del mondo in generale con le case automobilistiche finite nel mirino dopo gli ultimi scandali che hanno colpito diverse aziende per le emissioni. Di seguito il video pubblicato dal canale ufficiale LifeGate che spiega come funziona il primo Seabin installato a Varazze con Volvo.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News.