CONDIVIDI

Sergio Capretti era un giovane padre di due cuccioli. E’ morto nel pomeriggio di ieri, verso le 17. Con la sua Toyota, è volato giù a contrada San Lazzaro, tra Offida e Castorano.

Il povero Sergio ha fatto un volo di 200 metri che lo ha ucciso senza scampo.

Un suo amico di  53 anni che era insieme a lui è sopravvissuto al tragico schianto, riportando però ferite gravi: per lui,  un trauma toracico e la frattura del bacino. I due, stavano andando a recuperare un cinghiale durante una battuta di caccia.

La strada molto dissestata e la visibilità ridotta, hanno molto probabilmente causato il sinistro mortale. I due amici, sono stati recuperati grazie ai vigili del fuoco che hanno dovuto usare la luce artificiale nella strada che al primo impatto era impervia.

Sergio,  è stato trasportato d’urgenza al Pronto Soccorso di San Benedetto, ma per lui, non c’è stato più nulla da fare.

Valerio Lucciarini sindaco del posto,  ha espresso il suo profonto rammarico ed è molto vicino con il cuore alla famiglia di Sergio:«Era un bravissimo artigiano – ha detto – e un esemplare cittadino. La sua scomparsa addolora tutta la città e lascia un profondo vuoto tra quanti lo conoscevano e stimavano».

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori