CONDIVIDI
Polizia
Polizia (Getty Images)

Una donna, il suo compagno ed un amico di famiglia sono stati arrestati dalla Polizia con l’accusa di violenza sessuale continuata in concorso e maltrattamenti sui quattro figli disabili della donna.

Un orribile storia giunge dalla provincia di Taranto dove una madre e due uomini, di cui uno compagno della donna, sono stati arrestati dalla Polizia con accuse gravissime. La coppia e l’amico di famiglia avrebbero violentato per anni i figli disabili di 14, 12, 9 e 6 anni ed adesso sono accusati di violenza sessuale continuata in concorso e maltrattamenti. Le indagini sono scattate a seguito del collocamento in una casa famiglia di due dei quattro fratellini.

I bambini costretti a vivere in uno stato di degrado assoluto

Avrebbero per anni violentato i figli minori e con disabilità intellettiva le tre persone arrestate dalla squadra Mobile della Polizia in provincia di Taranto. Gli agenti hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip Giuseppe Tommasino su richiesta del sostituto procuratore Francesco Ciardo. Secondo quanto riportato dalla redazione di Tgcom24, i tre -la madre dei bambini, il compagno della stessa ed un amico di famiglia- avrebbero abusato dei figli disabili della donna di 14, 12, 9 e 6 anni ed il più piccolo avrebbe subito violenze quando aveva solo 3 anni. Le indagini che hanno portato all’arresto dei tre, ora accusati di violenza sessuale continuata in concorso e maltrattamenti, sono scattate a seguito delle segnalazioni dei servizi sociali del Comune nell’estate del 2018. Due bambini, dopo il collocamento in una casa famiglia ed il loro affidamento temporaneo ad altre famiglie disposto dal Tribunale per i minorenni di Taranto a causa dello stato di totale abbandono in cui i vivevano, si sono confidati con gli operatori raccontando degli abusi subiti anche dai loro fratellini. Sin dall’inizio del loro affidamento, secondo quanto riportato da Tgcom 24, i quattro bambini avevano manifestato comportamenti anomali e “sessualizzati”. Dalle indagini svolte dagli inquirenti, anche attraverso l’ascolto protetto dei piccoli con la consulenza di uno psicologo dell’infanzia, sono stati accertati gli abusi su tutti e quattro i fratellini che si consumavano nell’abitazione di famiglia e nella casa diroccata di campagna dell’amico. Alla coppia è stato anche contestato il reato di maltrattamenti dato che i bambini erano costretti a vivere in uno stato di degrado assoluto. I bambini venivano abbandonati nell’abitazione, impedendo loro di frequentare le scuole dell’obbligo e non assicurandogli l’alimentazione quotidiana e l’igiene personale.

Leggi anche —> Cerca di raggiungere un punto panoramico: tragedia per un 13enne

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori