CONDIVIDI
vigilessa investita
Una vigilessa investita da una coppia di turisti tedeschi per non pagare una multa

Parcheggiano in divieto di sosta, poi non vogliono pagare la multa: vigilessa investita da coppia di turisti tedeschi.

È decisamente assurdo quanto accaduto nella giornata di l’altro ieri a Gardone, una località situata sulle sponde del Lago di Garda, in provincia di Brescia. Questa località è molto gettonata dai turisti, soprattutto stranieri e provenienti in particolare dalla Germania. E proprio due tedeschi, marito e moglie, sono stati i protagonisti in negativo di quanto segue. L’uomo aveva lasciato l’auto parcheggiata in divieto di sosta, nonostante in più di un cartello venisse comunicato in maniera più che comprensibile il fatto che non si poteva per alcuna ragione lasciare lì fermo un veicolo. In questi giorni a Gardone è prevista una manifestazione, e la cosa rende off-limits per auto ed altri mezzi il poter essere parcheggiati in determinate zone del comune lombardo.

Vigilessa investita, alla fine arrivano pagamento e scuse

I due tedeschi però non si sono curati del divieto. Ma una vigilessa ha notato la vettura lasciata in divieto di sosta e si stava preparando a lasciare ai due la relativa multa. Per evitare di incappare nella contravvenzione allora l’uomo ha acceso il motore dell’auto e se n’è andato via in tutta fretta, investendo la vigilessa. Gli agenti della Municipale avevano chiamato il carro attrezzi per rimuovere il veicolo, poi all’arrivo della coppia è stata verbalizzata una multa da 28,70 euro più altri 120 per saldare il conto col carrattrezzi, il quale ancora non era sopraggiunto. I due turisti allora hanno protestato, dicendo che la loro intenzione, una volta tornati in patria, sarebbe stata quella di versare i soli 28,70 euro.

L’uomo si è messo alla guida e nonostante la vigilessa gli si fosse parata davanti, l’ha colpita con la sua fiammante BMW. Ma è stato bloccato subito dopo l’avvenuto e denunciato per resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale oltre che per procurate lesioni. All’indomani si è presentato al comando dei vigili versando l’interno importo contestatogli e porgendo anche le proprie scuse per quanto commesso. A Roma invece una ragazza investita da un pullman turistico ha avuto la peggio, purtroppo.