CONDIVIDI
seduta spiritica
Una seduta spiritica movimentata ieri a Vicenza

Una seduta spiritica messa in atto da due giovani provenienti dal Sud America ha creato allarme e scompiglio in un intero quartiere.

Serata movimentata ieri a Vicenza, nella zona del quartiere San Giuseppe. Alcuni residenti infatti hanno segnalato alle forze dell’ordine il manifestarsi di “urla disumane” provenienti da un appartamento. Gli agenti di polizia hanno subito effettuato un sopralluogo, nel tentativo di sventare quella che sembrava essere una aggressione in corso. Invece stava succedendo tutt’altra cosa. Le autorità hanno raggiunto l’abitazione teatro del tutto ma hanno riscontrato delle difficoltà iniziali nel poter entrare, dal momento che chi era all’interno non aveva alcuna intenzione i aprire la porta. Alla fine una giovane di origine sudamericana di 22 anni ha ceduto e li ha accolti, con in braccio una bambina di appena 5 mesi. Con lei c’era un’altra ragazza, di 27 anni e sua connazionale.

Seduta spiritica eccessivamente ‘sonora’, serve la polizia

Alla fine è stato acclarato che le due stavano effettuando una seduta spiritica, allo scopo di parlare con i defunti. È proprio quel che è stato riferito dalle due, e proprio per questo quindi le urla indemoniate sarebbero da considerarsi “normali”, a loro dire. E sembra proprio che le cose stessero andando così. Infatti nell’appartamento c’erano una ciotola contenente sabbia, un’altra piena di acqua, poi calici e bottiglie vuote. Tutti strumenti indispensabili per poter entrare in contatto con le entità dell’aldilà. E non ci sono state delle conseguenze. I poliziotti hanno permesso alle due di procedere con la loro seduta spiritica, a patto di tenere sotto controllo i decibel e di usare un tono di voce più tollerabile per il vicinato.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori