CONDIVIDI

TELECAMERA PER RETROMARCIA – La National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA), l’agenzia degli Stati Uniti per la sicurezza stradale, ha proposto di rendere obbligatorie su tutti i veicoli le telecamere per la retromarcia entro il 2014. La proposta, riporta Bloomberg, nasce dal fatto che ogni anno una media di 292 persone, soprattutto bambini e anziani, muore per incidenti dovuti alla scarsa visibilit√† posteriore nelle manovre in retromarcia. Secondo le stime NHTSA, circa 18.000 persone ogni anno restano ferite da veicoli in retromarcia, di cui 3.000 subiscono lesioni a carattere permanente. Secondo lo studio dell’agenzia il 44% degli incidenti coinvolge bambini sotto i 5 anni.

Equipaggiare i 16,6 milioni di veicoli prodotti in un anno con le telecamere per la retromarcia avrebbe un costo da 1,9 a 2,7 miliardi di dollari (1,45 a 2 miliardi di euro). L’agenzia ha riconosciuto che l’investimento √® “sostanzioso” ma ha anche aggiunto che la misura di sicurezza ridurrebbe della met√† il numero dei decessi. “Per un genitore – ha detto il segretario dei trasporti Ray LaHood – non c’√® incidente pi√π tragico che uccidere o ferire gravemente un bambino non visibile che gioca dietro al veicolo in una manovra di retromarcia in garage o per strada. La modifica ai veicoli che proponiamo aiuter√† i conducenti a vedere le zone cieche dietro al veicolo, e ad assicurare una retromarcia sicura”.

L’agenzia per la sicurezza si √® detta disposta a discutere le osservazioni sulla norma entro 60 giorni, ma ha anche detto che pubblicher√† la regolamentazione definitiva entro il 28 febbraio 2011. Resa ufficiale la pubblicazione della norma, il 10% dei veicoli dovranno essere in regola entro settembre del 2012, un altro 40% entro il 2013 e il 100% entro il 2014. A questo proposito Ford ha gi√† annunciato che entro la fine del 2011 tutti i modelli nuovi Ford e Lincoln saranno equipaggiati con la telecamera posteriore entro il 2011.

Ansa

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori