CONDIVIDI

Morire in autostrada, durante l’orario di lavoro. Quante volte vediamo questi eroi dei cantieri su queste autostrade cosi pericolose dove tanti automobilisti sfrecciano con le loro auto a velocità a volte incontrollate. Oggi vi raccontiamo la storia di un uomo che stava lavorando in un cantiere in autostrada, quando è stato ucciso e travolto sulla A14, all’altezza di Bologna San Lazzaro, al chilometro 24 direzione Sud, alle 22.30 di ieri sera.

La vittima è un operaio operaio pugliese,originario  della provincia di Foggia, di San Severo. L’uomo, stava lavorando per allestire un cantiere e stava sistemando alcune buche nell’asfalto.

Valter Perna è il nome della vittima  e stava lavorando per una ditta della provincia di Chieti, che ha in subappalto alcuni lavori sulle autostrade.

La polizia stradale ha tentato di ricostruire il tutto: Perna stava sistemando dei cartelli sulla corsia di sorpasso. L’uomo alla guida della vettura che lo ha investito, è andato via senza prestare soccorso.

I  colleghi del cinquantenne, che molto probabilmente hanno assistito al momento dell’impatto, sono subito arrivate un’ambulanza e un’automedica, ma l’operaio era morto sul colpo Gli agenti della stradale hanno quindi avviato le indagini a caccia del pirata e sono al momento al vaglio le immagini delle telecamere installate in autostrada nei punti successivi e precedenti al luogo dello schianto. Gli inquirenti hanno aperto un inchiesta per omissione di soccorso.