CONDIVIDI
Motocross – Ivan Di Bello (Facebook)

Ivan Di Bello era un ragazzo solare con un’unica sola ed eterna passione, il motocross. Il cuore gli batteva al ritmo dei giri motore della propria moto di cui non poteva mai farne a meno. Gli amici oggi lo ricordano tutti come una persona speciale, purtroppo però il destino in maniera infame ha deciso di strappare a tutti noi quel 28enne di Potenza tanto innamorato dei motori.

Come riportato da “La Repubblica”, la tragedia si sarebbe consumata sul Monte Sirino, nei pressi di Lagonegro sul Parco Nazionale dell’Appenino Lucano. Ivan Di Bello era uscito ieri nel pomeriggio in compagnia del suo cane Bonnie per un’escursione.

Uno strano scherzo del destino

I familiari non vedendolo rientrare hanno subito allertato le autorità per avviare le ricerche. In serata poi è arrivata per tutti la pessima notizia. Il corpo del pilota di motocross è stato ritrovato privo di vita nei pressi di un dirupo in località Lago Laudemio. L’ipotesi più acclarata è che sia scivolato a causa del ghiaccio.

Ivan Di Bello come dicevamo era molto ben voluto nell’ambiente motoristico. Il ragazzo era istruttore di una scuola di motociclismo certificata, era referente della Federazione Motociclistica Italiana e negli anni aveva portato a casa numerosi successi in vari campionati italiani di motocross ed enduro.

Insomma un appassionato vero. Ad oggi sembra davvero incredibile pensare che una persona come lui che rischiava tutti i giorni la vita a 300 all’ora su una moto nel fango abbia perso la vita in un dirupo per del ghiaccio. Da parte della redazione di Tuttomotoriweb.com va un abbraccio caloroso ai parenti e amici che hanno perso un ragazzo sorridente, che nella vita aveva solo voglia di correre.

Antonio Russo