CONDIVIDI
catania terremoto notte
Una scossa di terremoto colpisce di nuovo il territorio di Catania nella notte

Il terremoto torna a far paura a Catania e provincia: c’è stata un’altra scossa dopo quella di venerdì, chiesto lo stato di emergenza per calamità.

Ancora un terremoto nel Catanese. Dopo la scossa avvenuta nella notte tra venerdì e sabato e che aveva fatto registrare una magnitudo vicina ai 5°, anche nella serata di ieri c’è stato il ripetersi della situazione. Il territorio della città etnea, ed in particolare la stessa area con i comuni di Adrano e Biancavilla, i più esposti al movimento tellurico, è stato interessato da un nuovo terremoto, di intensità 2.5. Abbastanza però per essere avvertito ancora una volta dalla popolazione e persuadere molte persone a precipitarsi in strada. È normale che una situazione simili crei preoccupazione, ma le forze dell’ordine invitano gli abitanti a mantenere la calma. Il sindaco di Biancavilla, Antonio Bonanno, ha però disposto in via del tutto cautelativa la chiusura di tutti gli edifici scolastici per la giornata di oggi. Lo stop alle normali attività scolastiche servirà per compiere “una ricognizione completa e definitiva dopo le scosse di terremoto di sabato”, secondo quanto affermato dallo stesso primo cittadino.

LEGGI ANCHE –> Terremoto, 11 morti accertati: crolla anche una chiesa – VIDEO

Terremoto Catania, scuole chiuse oggi

Faranno eccezione tre istituti: quello Comprensivo ‘Antonio Bruno’, il Secondo Circolo Didattico plesso via ‘Dei Mandorli’ ed il plesso della Scuola per l’Infanzia ‘Cielo Stellato’, che invece sono rimasti aperti. Il sindaco ha anche rassicurato i propri concittadini circa i frequenti contatti con i massimi dirigenti della Regione Sicilia. Inoltre è aperto 24 ore su 24 il centro operativo Comunale. “Ma sarà inevitabile per molti studenti ricorrere ai doppi turni, almeno fino a quando non avremo tutte le condizioni necessarie che garantiscano l’agibilità delle strutture scolastiche del nostro territorio”. Bonanno ha anche avanzato la richiesta di riconoscimento dello stato di calamità naturale per via del terremoto di qualche giorno fa, che ha provocato il crollo di diversi cornicioni ed il ferimento di circa 40 persone.

LEGGI ANCHE –> Terremoto fortissimo a Catania: ci sono crolli e feriti

Segui le nostre notizie su Google News

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori