CONDIVIDI
Terremoto (Facebook)

La gente del comune laziale di Accumoli torna a sentire la paura per colpa del terremoto. Una scossa è stata avvertita distintamente stamattina presto.

Torna lo spavento ad Accumoli, la località in provincia di Rieti devastata il 24 agosto del 2016 da un potente terremoto. In nottata una nuova scossa si è verificata nei territori inglobati nel comune ed è stata avvertita in maniera distinta dai suoi abitanti. Ma se allora l’intensità della magnitudo fu di livello 6, questa volta è risultata essere praticamente della metà. Magnitudo 2,9 con profondità di circa 11 km, in base a quanto rivelato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Abbastanza però da svegliare le persone. In diversi infatti hanno avvertito il fenomeno tellurico, verificatosi alle ore 5:34 di questa mattina. Per fortuna comunque non si ha alcuna comunicazione in base a possibili danni capitati a cose o persone. È chiaro però che ogni fenomeno sismico di una certa intensità crei apprensione da quelle parti. Il terremoto che si ebbe ad Accumoli nel 2016 provocò quasi 300 morti.

Terremoto, Accumoli sorge su di una zona ‘a rischio’

I fenomeni sismici, per la maggior parte di intensità molto debole, continuano a verificarsi ogni giorno non solo nel centro Italia ma anche in altre località del nostro paese, oltre che del mondo. E questo a causa degli spostamenti che avvengono nel sottosuolo. Accumoli e le altre località devastate dal terremoto sorgono però su di una zona molto sensibile, ragion per la quale la frequenza dei terremoti risulta essere più marcata. Anche nelle scorse settimane si sono avuti altri terremoti in Italia.