CONDIVIDI

Vedere una Jaguar XJ-220, fra le decine di bellissime supercar lasciate letteralmente a marcire lungo le strade di Dubai o addirittura sepolte nei parcheggi sotterranei di uno dei tanti garage degli emirati.
Chi sarà mai il proprietario? Come ha potuto lasciarla lì così?

Negli Emirati Arabi non c’è Equitalia come da noi che ti manda la cartella esattoriale, non ci sono le nostre “possibilitò” di poter dilazionare o posticipare un pagamento, li o paghi o paghi e siccome non si scherza: il mancato rimborso di un debito viene considerato una offesa imperdonabile, pari a quella di frequentare una donna del luogo, sono le condizioni della Sharia, la legge locale osservata scrupolosamente da tutti.
E’ quindi normale che, se le cose prendono una piega inaspettata o non vanno come dovrebbero, la cosa più ovvia da fare è prendere il primo volo per l’Occidente anche se questo comporta di abbandonare oggetti e persone negli Emirati, compresa, magari, la supercar tanto amata.

Solo nello scorso anno sono state identificate oltre 3000 auto supercar abbandonate di queste moltissime non vengono mai reclamate e dopo un tempo predefinito finiscono all’asta per legge garantendo cosi ottimi affari a chi le acquista.

Gathering dust … £1m Ferrari Enzo abandoned in Dubai