CONDIVIDI
foto dal web

L’auto non parte e chiama il carro attrezzi, una pratica molto comune e noiosa che ogni giorno vede coinvolto qualche automobilista. Ma stavolta a chiamare il mezzo di soccorso è stato un ingegnoso ladro d’auto che, dopo aver scassinato la portiera, ha provato a metterla in moto con un coltello senza successo.

A quel punto il furfante 40enne ha pensato di chiamare il carro attrezzi, dopo aver cambiato la targa per precauzione, per farsi portare il veicolo da Meta di Sorrento fino alla sua abitazione a Castellammare di Stabia. Ma l’impiegato della ditta, insospettito dal coltello incastrato nel blocco di accensione, ha però iniziato a fare domande all’uomo, che ha cercato di giustificarsi raccontando di aver perso le chiavi e di aver tentato di accendere la vettura con quell’espediente.

Però le bugie hanno le gambe corte, l’autista del mezzo di soccorso ha avvertito i carabinieri che hanno smascherato il misfatto e arrestato l’uomo finito ai domiciliari. La macchina, invece, è stata restituita al proprietario che prima di poterla rimettere in moto dovrà passare per l’officina.