CONDIVIDI
Autobus

Autobus | Rimborsi accise benzina da estendere anche agli NCC

Il rimborso accise benzina è un discorso che sta molto a cuore agli autotrasportatori, proprio per questo l’argomento è ritornato alla ribalta anche a Bruxelles dove l’Unione Europea ha deciso di richiamare all’ordine l’Italia. L’impressione è che ci sia stata un’infrazione nell’applicazione delle nuove normative sulle accise sul gasolio commerciale per i mezzi di trasporto.

Ad annunciare la cosa ci ha pensato il commissario UE agli Affari economici Pierre Moscovici. L’Italia, infatti, dando una personale interpretazione delle direttive Europee, aveva escluso dal rimborso accise benzina le imprese di autobus da turismo.

Nessuna interpretazione, rimborsi da estendere

Moscovici però ha subito tenuto a precisare che in merito l’UE non contempla interpretazioni personali da parte dei singoli paesi. La questione è stata portata alla ribalta dall’europarlamentare di Forza Italia, Massimiliano Salini, che in una nota ha chiarito: “Il governo italiano ha escluso dai tagli alle accise sulla benzina almeno 6mila imprese di autobus da turismo inventandosi una definizione diversa di gasolio commerciale”.

La novità è stata accolta con entusiasmo anche dal presidente ANAV (Associazione Nazionale Autotrasporto Viaggiatori), Giuseppe Vinella, che ha ricordato a tutti l’importanza del settore. Un settore che conta 6mila imprese e 25mila autobus da turismo.

La speranza è che l’amministrazione finanziaria italiana, richiamata all’ordine dall’Europa, non indugi ulteriormente sul rimborso accise benzina e provveda quanto prima ad includere nel discorso anche il settore del noleggio autobus. Il turismo nel nostro paese è da sempre una risorsa vitale, che ogni anno smuove miliardi.

Purtroppo però in Italia, quello che in teoria dovrebbe essere il nostro “petrolio”, viene spesso lasciato a sé stesso. Si spera di vedere in futuro una maggiore attenzione verso un settore che, se curato, potrebbe portare tantissimi soldi all’Italia.

Antonio Russo