CONDIVIDI
photo Facebook

Riccardo Agostini e il suo compagno di squadra Trent Hindman hanno vinto il titolo di campioni del mondo Lamborghini. Il 23enne padovano ha ricevuto uno speciale riconoscimento dal suo comune di Selvazzano: “Non sono famoso come i piloti di Formula 1, ma il mio nome “gira”, anche a livello locale, da qualche anno e nell’ultimo in particolare. Fino a pochi giorni fa non avevo ricevuto nessuna chiamata, mi facevano i complimenti solo gli amici che mi seguono per passione e i fan”, ha detto a ‘Il mattino di Padova’.

Questo trionfo ha coinciso con un drammatico momento della sua vita, la morte di sua mamma Antonella. È difficile descrivere questo momento – ha aggiunto il pilota -. Sapevo che era malata e non aveva chance. Ho sofferto molto quando l’ho saputo e quando poi è accaduto. Il fatto di essere molto impegnato mi aiuta a sopportare meglio questo periodo, ma io l’ho in mente in ogni istante e tutto mi ricorda lei. La nostra è una famiglia molto unita, viviamo da sempre un rapporto bello, e per questo mi manca tantissimo, è inevitabile. E poi è accaduto tutto così in fretta. Ma la vita è così: non mi è mai mancato nulla, ora invece mi manca lei. Cercherò di dimostrare quello che sono anche perché è ciò che lei ha realizzato per me”.

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori