CONDIVIDI

Il 2015 segnerà una vera e propria rivoluzione nelle procedure per la revisione di auto e moto.

Le novità sono contenute in un regolamento messo a punto quest’estate dal ministero dei Trasporti mirato a contrastare truffe e finte revisioni con una serie di “espedienti”, dal software di prenotazione fino alle telecamere nelle officine.

Il primo passo, intrapreso lo scorso luglio, è stata l’abolizione dei timbri per l’aggiornamento della carta di circolazione (sostituiti dalla stampata di un modulo adesivo), ed entro il mese di ottobre dovrebbe concludersi il processo di adeguamento dei software di prenotazione. In futuro sarà impossibile emettere un tagliando per una revisione non prenotata in precedenza, e l’inserimento dati nel sistema informatico della Motorizzazione Civile dovrà essere effettuato entro un’ora dalla revisione stessa. Il tagliando potrà essere infatti stampato solo se tutte le procedure saranno state effettuate correttamente.

Le prenotazioni online, inoltre, saranno associate a un conto corrente, allo scopo di limitare il mercato del nero, i centri autorizzati dovranno installare telecamere in grado di “leggere” la targa dei veicoli oggetto della revisione, e in futuro i macchinari impiegati per le revisioni dovranno essere realizzati dai produttori autorizzati dalla pubblica amministrazione, al fine di garantire il rispetto delle normative vigenti.

Il messaggio non potrebbe essere più chiaro: lotta senza quartiere ai “furbetti” della revisione…

Redazione

(Getty Images)
(Getty Images)
Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori