figlia uccide padre deborah sciacquatori
Deborah Sciacquatori, la 19enne che ha ucciso il padre Lorenzo (foto da Facebook)

La redazione di Repubblica ha riportato il racconto agli inquirenti di Deborah Sciacquatori, la ragazza di 19 anni che nel tentativo di difendere sua madre e sua nonna ha colpito a morte il padre.

La Procura della Repubblica di Tivoli ha revocato la misura degli arresti domiciliari per Deborah Sciacquatori, la ragazza di 19 anni che nel tentativo di difendere sua madre e sua nonna ha colpito a morte il padre. L’uomo, un 41enne disoccupato con precedenti penali, era tornato a casa a Monterotondo (Roma) probabilmente ubriaco e dopo aver aggredito la compagna è stato raggiunto da Deborah che nella colluttazione lo ha colpito con un pugno o con un coltello. Il 41enne è stato soccorso dai sanitari e trasportato in ospedale, dove è morto poco dopo. La redazione di Repubblica ha pubblicato il racconto della ragazza agli inquirenti.

Ragazza uccide il padre: derubricato il reato di omicidio volontario e revocati gli arresti domiciliari

Emergono nuovi dettagli sul dramma familiare consumatosi a Monterotondo, in provincia di Roma, la scorsa domenica, 19 maggio. Deborah Sciacquatori, una ragazza 19enne nel tentativo di difendere sua madre e sua nonna ha ucciso il proprio padre colpendolo con un pugno o forse un coltello. L’uomo è morto poco dopo il trasporto in ospedale e la ragazza è stata sottoposta alla misura dei domiciliari, misura ora revocata dalla Procura della Repubblica di Tivoli che ha derubricato da omicidio volontario ad eccesso colposo di legittima difesa, non escludendo la richiesta di archiviazione. Secondo quanto riportato da Repubblica, la ragazza poco avrebbe chiesto al padre di fermarsi e dopo averlo colpito tenendolo tra le braccia avrebbe esclamato: “Perdonami papà, non volevo. Non mi lasciare, ti voglio bene”. Da quanto emerso dai verbali la ragazza avrebbe riferito agli inquirenti: “Quando papà tornava a casa ubriaco mi preoccupavo soprattutto per mia nonna, tra di noi è la più fragile, non volevo che le facesse del male”. Poi il racconto di quei terribili attimi: “Se l’è presa con mamma – riporta la redazione di Repubblicaurlava come un pazzo, ci insultava. Io ho preso nonna e ci siamo chiuse in una stanza, aspettando che si calmasse. Poi abbiamo deciso di andarcene, io ero terrorizzata. Ho preso un coltello dalla cucina, ma non volevo ucciderlo, l’ho preso per difesa. Volevo solo che ci facesse andare via”. Ma l’uomo non si è fermato e Deborah è intervenuta per difendere la madre colpita al volto dall’uomo: “Avevo paura che l’avrebbe ammazzata”.

Leggi anche —> Ragazza 19enne uccide il padre: il terribile racconto dei nonni

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore