CONDIVIDI
Gomme invernali (©Getty Images)

Anche se siamo nel bel mezzo dell’autunno con l’avvicinamento del Natale e delle vacanze sulla neve è giusto aggiornarsi su quando montare le gomme invernali per evitare le sgradite multe.

La normativa 2018/2019

Secondo quanto definito dal Ministero dei Trasporti, in osservanza all’articolo 6 del Codice della Strada, dal 15 novembre 2018 fino al 15 aprile 2019 sarà obbligatorio per auto, tir e mezzi pesanti, essere ‘muniti e di avere a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio'”.

E’ ugualmente prevista una deroga che permette l’installazione da un mese prima dall’entrata in vigore dell’obbligo (quindi dal 15 ottobre) e la rimozione entro un mese dalla conclusione (quindi il 15 maggio).

Cosa succede se non rispetto le regole

Chiunque dal 15 novembre in avanti venisse fermato dalla polizia stradale e trovato sprovvisto delle coperture invernali rischia una  sanzione amministrativa di entità variabile.

Nei centri abitati la sanzione minima è di 41 euro, fino ad arrivare a 168 euro (come previsto dall’art. 7 commi 1 lett. a) e 14 del Codice della strada).
Fuori dai centri abitati invece, su autostrada o strada extraurbana principale o assimilate, la multa minima è di 84 euro per arrivare fino a 335 euro (art. 6 commi 4 lett. e) e 14).

In caso di accertamento delle suddette violazioni, ai sensi dell’articolo 192 commi 3 e 6, il conducente deve fermarsi oppure di proseguire la marcia solamente dopo aver dotato il veicolo di pneumatici adeguati. Qualora anche il secondo ordine non venisse rispettato, è prevista una sanzione pecuniaria di 84 euro e la decurtazione di 3 punti dalla patente di guida.

Come le identifico

Le gomme invernali sono facilmente individuabili. Basta guardare la marcatura laterale che deve presentare le lettere M+S (Mud+Snow, Fango + Neve) o anche “MS”, “M/S”, “M-S”, “M&S” .

Un aspetto del quale tenere conto è anche quello relativo al codice di velocità, al quale corrisponde la velocità massima che il dispositivo è in grado di tollerare, ovvero:

  • Q (velocità massima consentita 160 km/h)
  • R (massimo 170 km/h)
  • S (massimo 180 km/h)
  • T (massimo 190 km/h)
  • H (massimo 210 km/h)
  • V (massimo 240 km/h)
  • ZR (velocità consentita superiore ai 240 km/h)

Se sulle vetture è possibile montare unicamente la tipologia di pneumatici indicata sulla carta di circolazione, per le gomme invernali sono ammessi anche pneumatici dotati di indice di velocità inferiore a quello prescritto dal costruttore, purché lo stesso indice sia superiore a “Q”.

Leggi anche https://www.tuttomotoriweb.com/guide/pneumatici/gomme-estive-quando-informazioni-obblighi-costi/160185/

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori