CONDIVIDI
Paulo Dybala, Juventus (©Getty Images)

Sebbene a livello sportivo siano molto distanti, sul piano commerciale auto e calcio vanno di pari passo. Nello specifico il mondo del pallone si è sempre dimostrato pronto ad investire cifre da capogiro nelle quattro ruote come veicolo di promozione internazionale.

Vediamo alcuni casi della nostra SERIE A. Innanzitutto la Juventus che nel 2014 ha firmato un accordo con FCA per avere il logo Jeep sulle maglie ufficiali e un conseguente incasso di 17 milioni a stagione fino al 2021, In pratica una partnership in famiglia visto che la Exor S.p.a, la holding di casa Agnelli, detiene il 63,8% dei bianconeri e il 29,15% del gruppo Fiat Chrysler. Per quanto riguarda l’altra squadra del Piemonte, il Torino, è il marchio Suzuki a svettare per un contributo di due milioni di euro all’anno.

In casa Inter, invece, l’accordo con l’automotive è doppio. Il club milanese è legato a Infiniti tramite il dealer Gruppo Fassina e Volvo, con un assegno da 12 milioni di euro e a Pirelli. Un’unione, quest’ultima, che dura da oltre un ventennio e che nel 2017 è stata rinnovata per 60 milioni di euro complessivi in cinque ulteriori anni.

Hyundai Motor Group, tramite i propri marchi Hyundai e Kia, sponsorizza le manifestazioni targate Fifa e Uefa. Un’operazione da qualche centinaio di milioni di dollari, con contratto da poco rinnovato fino al 2022 quando ci saranno i mondiali in Qatar. Inoltre Kia è fedelissima del Bologna.

La Locauto Rent, società italiana di autonoleggio, è sponsor della Roma, Leaseplan del Genoa e Sicily By Car del Palermo. E come non ricordare Ford, che per 22 anni ha sponsorizzato la Champions League prima di passare il testimone a Nissan che resterà almeno fino al 2018.

L’Udinese è appoggiato da Dacia che dà anche il nome al suo stadio, mentre la Fiorentina è passata da Volkswagen a Toyota, fino a Mazda, Citroën e Lexus con la concessionaria Zerocento. Il Napoli viaggia con Opel, la Lazio con Renault e la Sampdoria con Ssangyong. Concessionarie locali, invece, per Bologna (Draghetti Renault), Chievo Verona (Autoteam), Cagliari (Sei Auto), Spal (Erreffegroup) ed Hellas Verona (Nuova Veronauto).

Grande assente di questo elenco il Milan, il cui unico passo a due con un costruttore di vetture è avvenuto dal 1994 al 2006 con Opel

All’estero più guadagno

In Italia i budget vanno da 1 a 17 milioni per quanto concerne la sponsorizzazione sulle magliette dei club.Diversamente all’estero i finanziamenti sono più pesanti. Il Manchester United, ad esempio, ha come main sponsor la Chevrolet, di proprietà della Genaral Motors. Si parla addirittura di 50 milioni di euro annui. Infine Volkswagen controlla e finanzia la squadra di casa, il Wolfsburg, ma anche il 20% dell’Ingolstadt e l’8,33% del Bayern Monaco attraverso Audi.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori