CONDIVIDI
incidente
I vigili del fuoco di Pordenone accorrono per domare le fiamme deflagrate all’improvviso da un’auto

Un uomo sente una fortissima puzza di bruciato e vede del fumo provenire dal motore della sua auto in fiamme. E lascia il mezzo appena in tempo.

L’istinto e la prudenza hanno salvato la vita ad un uomo nelle prime ore di oggi. Questa notte infatti una persona che stava percorrendo il tratto di strada che unisce in direzione ovest le località venete di Sacile e Conegliano, se l’è vista decisamente brutta. All’improvviso la sua vettura, una Opel Antara, è stata invasa da una penetrante puzza di bruciato. La persona in questione, che lavora come rappresentante, si trovava nello specifico su di un tratto dell’Autostrada A28. Il forte olezzo ha riempito del tutto l’abitacolo, e non è tutto. Appena pochi istanti dopo c’è stata l’auto in fiamme. Ma per fortuna l’uomo, resosi conto della gravità della cosa, era riuscito ad accostare e ad uscire in tutta fretta, prima che questo incidente prendesse piede con conseguenze più gravi come poi è effettivamente avvenuto. Prima che il fuoco propagasse in tutta l’auto, l’uomo aveva notato anche del fumo uscire dal cofano anteriore, dove è installato il motore.

Auto in fiamme, l’automobilista se ne accorge in tempo

Adesso si sta indagando per stabilire le cause di questo disastro. Si sa che la Opel era alimentata da un impianto GPL, e ne è uscita del tutto carbonizzata. Sul posto sono arrivati i Vigili del Fuoco di stanza a Pordenone, che nel breve volgere di pochi minuti sono riusciti a domare l’incendio. Con loro sono sopraggiunti anche la Polizia Stradale ed alcuni membri dei Autovie Venete. Nessun dubbio sul fatto che si sia trattato di un guasto a dare vita a questo incidente. Resta da stabilire nei particolari di che tipo. Nel frattempo purtroppo un altro incidente non lontano dalla zona interessata è avvenuto ieri. Vittima un motociclista, che in provincia di Udine si è schiantato con il suo veicolo a due ruote in una rotonda.