A.C.N.C.C.

News | Prosegue la protesta degli N.C.C., domani nuova manifestazione

Continua la protesta degli N.C.C. in merito alla nuova Legge 135/18 che potrebbe immobilizzare i noleggiatori nell’operare in maniera corretta i propri servizi. La nuova legge, infatti, introduce il foglio di servizio chiuso e il ritorno obbligato alla rimessa alla fine di ogni servizio.

Il primo cambiamento costringe i noleggiatori a seguire ogni giorno un programma “bloccato” che quindi non contempla eventuali variazioni durante la giornata dovute a desideri particolari del cliente o a fattori di forza maggiore.

Se sei interessato a tutti gli aggiornamenti sulla protesta degli N.C.C. CLICCA QUI

Nuova protesta a Napoli

Il secondo punto invece riguarda l’obbligatorietà da parte del noleggiatore a richiamare il mezzo alla rimessa prima di effettuare un nuovo servizio. Il coordinatore Campania Federnoleggio e Confesercenti, Gennaro Lametta, durante un programma trasmesso da “Canale 8” ha portato avanti questo esempio per spiegare meglio la questione: “Facciamo finta che mi è stato commissionato di accompagnare una persona a Montecitorio. Se quella persona durante il tragitto per suoi motivi mi chiede di farsi accompagnare a Fiumicino, io sono costretto a declinare la sua richiesta perché la cosa non è segnata sul foglio di servizio”.

Il tema al momento è abbastanza centrale in Campania dove la Regione è in fibrillazione per le Universiadi che richiedono un servizio di autonoleggio piuttosto massiccio ed eccessivamente limitato dalla nuova legge. Domani quindi presso Palazzo Santa Lucia di Napoli si terrà un presidio da parte degli N.C.C. che richiedono una “razionalizzazione” della norma.

Come riportato da “agvilvelino.it”, il Segretario Federale di “Sud Protagonista“, Salvatore Ronghi in merito alla questione ha così affermato: “Le problematiche del mondo del lavoro non vengono risolte mettendo una categoria contro l’altra. Il Governo così facendo ha alimentato la guerra tra tassisti ed esercenti del noleggio con conducente. Inoltre con tali provvedimenti si è decretato la distruzione di un settore attraverso norme con esso incompatibili e del tutto irrazionali”. La questione resta aperta e domani è pronta a vivere un altro capitolo.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori