meningite
Ospedale (Getty Images)

Il gip del Tribunale di Nuoro ha stabilito una nuova perizia per far luce sul caso di Francesca Debuggias, la ragazza morta per un’ischemia cerebrale dopo circa sei ore d’attesa al pronto soccorso dell’ospedale San Francesco di Nuoro nel luglio 2017.

Una nuova perizia dovrà rintracciare eventuali responsabilità ed accertare le cause della morte di Francesca Debuggias, la ragazza di 23 anni deceduta al pronto soccorso dell’ospedale San Francesco di Nuoro nel luglio del 2017. La 23enne era giunta presso la struttura ospedaliera accusando un forte mal di testa ed i sanitari le assegnarono un codice verde, codice assegnato ai pazienti ritenuti non troppo gravi che hanno un urgenza minore. Dopo circa sei ore d’attesa, però Francesca è deceduta a causa di un’ischemia cerebrale. A disporre una nuova perizia per far chiarezza su quanto accaduto è stato il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Nuoro.

Sei ore d’attesa in ospedale: nuova perizia sul caso legato alla morte di Francesca Debuggias

Il 19 luglio 2017 una ragazza di 23 anni Francesca Debuggias arriva al pronto soccorso dell’ospedale San Francesco di Nuoro. La ragazza racconta ai medici di avere un forte mal di testa e le viene assegnato un codice verde, non ritenendo troppo grave il suo caso. La 23enne, però, dopo circa sei ore di attesa sul lettino del pronto soccorso viene stroncata da un’ischemia cerebrale. Dagli accertamenti successivi, secondo quanto riportato dalla redazione di Leggo, non si è riuscito a stabilire se la lunga attesa abbia influito sulla morte della ragazza e dall’inchiesta interna della struttura ospedaliera è emerso che non ci sarebbe stata negligenza da parte del personale medico. La Procura della Repubblica inizialmente aveva chiesto l’archiviazione del caso che è stata respinta dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Nuoro, Claudio Cozzella, il quale adesso ha disposto una nuova perizia. I nuovi accertamenti dovranno provare a far chiarezza sul caso e stabilire se la ragazza potesse essere salvata o se si sia trattato di una tragica fatalità. Da due anni i genitori di Francesca lottano per avere delle risposte sulla morte della figlia.

Leggi anche —> Pubblica sondaggio su Instagram “Vita o morte”, poi il tragico gesto

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori