CONDIVIDI
gay
Discriminazione messa in atto ai danni di una coppia gay, è avvenuta nel Leccese

Due giovani omosessuali vittima di una grave discriminazione sessuale. Il padrone di casa non vuole gay, “Fitto solo a gente normale”.

Uno spiacevole episodio di stampo apertamente discriminatorio si è verificato a Casarano, popolosa località in provincia di Lecce. Una coppia gay si è vista respingere la propria offerta riguardo all’affitto di una casa regolarmente prenotata attraverso l’intermediazione di una agenzia immobiliare. Il proprietario dell’immobile infatti, al momento di chiudere la transazione, ha opposto un netto rifiuto dicendo con netta convinzione di avere intenzione ad affittare l’abitazione di sua proprietà soltanto a “famiglie normali”. I due giovani però avevano seguito l’iter previsto in queste cause, bloccando la casa e firmando il compromesso, con tanto di pagamento della caparra. Era già tutto pronto e bisognava in pratica avere soltanto le chiavi della porta d’ingresso.

“Io non dò la mia casa a dei gay”, così una coppia viene discriminata

Ma il padrone di casa, quando ha saputo che i suoi inquilini erano gay, non ha esitato a mettere in atto quella che è a tutti gli effetti una disgustosa ed ingiustificabile discriminazione di natura sessuale. Uno dei due giovani ha anche riportato alla stampa il momento dell’incontro con l’agente immobiliare incaricato di riferire che l’affare non si faceva più. “Era molto imbarazzato, mi ha detto con grande costernazione che il proprietario non aveva intenzione di affittare l’appartamento ad una coppia di gay, ma soltanto a ‘famiglie normali’. Ovvio che tanto me quanto il mio compagno ci siamo rimasti mali. Anzi, lui di più visto che era anche il suo compleanno. E la cosa ha scatenato anche un pianto. Subire cose come questa è un qualcosa che fa davvero molto male”.

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori