CONDIVIDI
Nicky Hayden (©Getty Images)

Nicky Hayden continua a lottare tra la vita e la morte in un letto di ospedale. Intanto ieri la famiglia del campione del mondo MotoGP 2006 è giunta in città per stargli vicina. La speranza è sempre più flebile, ma c’è, tutti vogliono rivedere quel ghigno sbruffone che abbiamo imparato ad apprezzare in una carriera che racconta di 3 vittorie, 28 podi e 5 pole nel Motomondiale.

Intanto trapelano le prime versioni, l’automobilista che lo ha investito racconta che è sbucato all’improvviso eppure a tutti sembra così strano saperlo in fin di vita per un incidente in bici, lui che con la morte ci gioca ogni giorno da anni e ne è sempre uscito vincitore. Di incidenti Nicky Hayden ne ha avuti in carriera, ma si è sempre rialzato, anche dopo voli paurosi era sempre lì pronto a risalire in moto e a dare del gas.

Le notizie positive non arrivano

A qualche centinai di chilometri da Cesena, a Le Mans questo weekend andrà in scena il 5° appuntamento della stagione MotoGP. L’aria che si respira nel paddock è decisamente pesante, ogni squillo di telefono, ogni vibrazione di smartphone viene vissuta dai piloti con un misto di apprensione e speranza. Da un lato si spera  ricevere un “Nicky sta bene”, ma dall’altro c’è  la paura di sentirsi dire che le cose non stanno andando bene.

Sinora le notizie non sono state di certo confortanti, i danni che avrebbe riportato Nicky Hayden sarebbero decisamente gravi. Come riportato da “Studio Aperto”, a quanto pare i danni al cervello sarebbero addirittura irreversibili. La notizia naturalmente taglia un po’ le gambe a chi sperava di rivedere il combattente del Kentucky presto a bordo di una moto a lottare a sportellate con i colleghi, che intanto tengono il fiato sospeso, sperando di rivederlo, presto, con quel ghigno, che tutti, ma proprio tutti, ora hanno voglia di rivedere.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori