CONDIVIDI
muore panino allergia
Muore a 15 anni per un panino: colpa di una allergia letale

Una ragazza di 15 anni perde la vita dopo aver mangiato un panino. Tutta colpa di una letale allergia. L’azienda produttrice: “Impareremo da tutto questo”.

È davvero assurda la morte incontro alla quale è andata una giovanissima. Lei si chiamava Natasha Ednan-Laperouse ed aveva 15 anni. Il suo decesso risale a due anni fa ed è stato attribuito ad una allergia letale, scaturita dopo che la ragazza aveva mangiato un panino in una catena alquanto famosa, ‘Pret a Manger’. L’azienda, per prevenire altri casi spiacevoli del genere, ha deciso da allora di pubblicare una lista esaustiva di tutti gli ingredienti contenuti nei propri prodotti. Natasha si trovava in volo quando le capitò tra le mani il sandwich che finì con l’ucciderla. Fu il sesamo contenuto al suo interno a scatenare la grave reazione allergica. E non a caso proprio il sesamo fa parte dei 14 allergeni che vanno indicati per legge sui prodotti preconfezionati, come stabilisce una normativa della UE. Ma ‘Pret a Manger’ pare fosse venuta meno a questa indicazione.

LEGGI ANCHE –> Perde il lavoro e si suicida, la bellissima Victoria lascia compagno e figlio piccolo

Allergia fatale, 15enne muore dopo aver mangiato un panino

Natasha venne ricoverata d’urgenza all’ospedale di Nizza, dove però i medici non riuscirono a salvarle la vita. Ed ora l’azienda, dopo aver fornito le sue scuse, ha garantito che riporterà ogni cosa nel dettaglio su delle apposite etichette. “Impareremo da questa tragedia e garantiremo la sicurezza dei nostri clienti”, recita un messaggio dell’amministratore delegato dell’azienda, Clive Schlee. “Mi auguro che tali misure preventive possano servire a proteggere ed informare la gente in maniera esaustiva”. Ma la scorsa settimana sono arrivate delle accuse da parte del padre della vittima. L’uomo si augura tuttavia che la morte di sua figlia non risulti vana, ed incoraggia a sua volta alla prevenzione ed alla corretta informazione riguardo al contenuto di determinati alimenti.

Segui le nostre notizie su Google News