CONDIVIDI
Anita Board (Facebook)

Questo che sta arrivando al suo crepuscolo è stato un anno a dir poco orrendo per i motori. La morte di Nicky Hayden, infatti, è stata solo la punta di un iceberg freddo e tagliante che ha squarciato i cuori di tutti gli amanti degli sport motoristici. Nel 2017, infatti, ci sono stati davvero tanti incidenti, troppi, che ci hanno portato via tanti piccoli e grandi campioni.

Purtroppo questa volta la tragedia arriva dall’altra parte del pianeta, sulla drag strip del Western Australia, dove una bambina di appena 8 anni, Anita Board, ha perso la vita in un incidente avvenuto in maniera autonoma.

Un tragico epilogo

Subito dopo il tragico evento, la piccola Anita Board è stata subito trasportata d’urgenza all’ospedale di Rockingham vicino al tracciato, da lì però è stata poi trasferita al Princess Margaret Hospital. A quanto pare però, come confermato dalla polizia locale, la bambina ha perso la vita in seguito alle ferite riportate nell’incidente.

Dopo non molto è poi arrivato anche il trite comunicato degli organizzatori: “L’Australian National Drag Racing Association annuncia con molta tristezza l’avvenuto decesso della giovane Anita Board in seguito all’incidente avvenuto l’11 novembre al Perth Motorplex. L’Australian National Drag Racing Association intende porgere sentite condoglianze alla famiglia di Anita, agli amici e all’intera comunità del drag racing in questo momento triste”.

Il comunicato poi continua: “L’Australian National Drag Racing Association continua a collaborare con la polizia per il prosieguo delle indagini e supporterà la famiglia di Anita Board chiedendo che la privacy dei suoi familiari venga rispettata in questo momento”.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori