morte Mattia Mingarelli
Morte Mattia Mingarelli

La morte di Mattia Mingarelli presenta degli aspetti oscuri: la sorella ne parla e lo ricorda come un ragazzo pieno di speranze e di sogni.

Il caso relativo alla morte di Mattia Mingarelli presenta troppi punti ancora non chiari. Il 30enne venne ritrovato morto alla vigilia di Natale dopo quasi tre settimane di ricerche. Era sparito lo scorso 7 dicembre a Chiesa in Valmalenco, in provincia di Sondrio, durante quella che sarebbe dovuta essere una tranquilla vacanza sulla neve. Ma la sorella Elisa parla di un “presentimento” riguardo alle sorti del fratello. “Passò a casa a salutare i nostri genitori, l’ho visto lì per l’ultima volta ma era come se sentissi che sarebbe accaduto qualcosa. Il corpo di Mattia Mingarelli ha presentato diverse fratture al cranio, come emerso dall’autopsia. Si pensa che possa essere caduto da una altezza considerevole, magari nel tratto ripido che si trova ai bordi della pista da sci. Anche i periti della Procura di Sondrio la pensano in questo modo. Ma non quadra il fatto che Mingarelli si fosse recato nei boschi in piena notte. Su questo non viene individuato alcun buono apparente motivo. Tanto più che il giovane non aveva con sé il telefonino e nemmeno una torcia.

Mattia Mingarelli, i dubbi della famiglia

Inoltre aveva lasciato il suo amato cane Dante nella casa presa in affitto. Ed anche questo, per i familiari della vittima, risulta essere alquanto strano. Proprio nelle scorse ore è stato trovato il guinzaglio del quattrozampe, sepolto nella neve a breve distanza dalla casa e dall’annesso rifugio. Entrambe le strutture sono state poste sotto sequestro per consentire ai Ris di compiere i relativi rilievi. Il titolare racconta di aver preso un aperitivo con Mattia prima che questi sparisse, e che successivamente è stato lui a trovare il cellulare ed a riconsegnarlo ai genitori. La famiglia intanto ha voluto omaggiare il proprio caro fondando una onlus, ‘La Vigna di Mattia’. Il 30enne sognava di diventare sommelier, “lo desiderava tanto, dopo la laurea aveva cominciato anche un corso, ed era stato in Sicilia a Noto, per visitare i vigneti della zona appartenenti ad alcuni amici”, dice la sorella.

LEGGI ANCHE –> Mediaset sotto choc: morto suicida il re delle fiction

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore