CONDIVIDI

Il cadavere di Matteo Caccia, sparito nel nulla il 20 agosto scorso,  è stato ritrovato in un burrone  alle Piane di Pratetto, nel comune di Tavigliano nel biellese.

A ritrovare il corpo senza vita del povero Matteo sono stati due cercatori di funghi a dare l’allarme. L’uomo, 41 anni, era residente a Busto Arsizio. Sei giorni dopo la scomparsa, la sua vettura era stata trovata sulla Panoramica Zegna a Bielmonte (Biella) e vigili del fuoco e volontari aveva inutilmente perlustrato la zona.

L’autopsia stabilirà se si tratta di suicidio o di morte naturale.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori