(websource/archivio)

Una 34enne, Audra Mabel, maestra in una scuola dell’infanzia, è stata arrestata con l’accusa di aver abusato sessualmente di un bambino suo alunno di un anno e di essersi ripresa durante l’atto per poter compiacere il suo amante e convincerlo a lasciare la moglie.

È successo a Seminole, contea nello stato della Florida in USA. Una maestra d’asilo di 34 anni è stata arrestata con l’accusa di aver abusato di un suo piccolo alunno di solo 1 anno e di essersi ripresa durante l’atto con il cellulare per poter compiacere il suo amante e convincerlo a lasciare la moglie. La donna, Audra Mabel, adesso dovrà difendersi dalle accuse di sfruttamento sessuale di minore e produzione e distribuzione di pornografia infantile.

Le indagini e la scoperta dei filmati: la polizia li scopre per “caso”

L’orribile vicenda è emersa a seguito di un’indagine su un altro caso condotta dalla polizia, dai caratteri altrettanto shoccanti. L’ex amante di Mabel, Justin Ritchie, un uomo di 36 anni, è stato accusato da una donna di aver abusato dei suoi tre figlia tra cui un bimbo di un anno ed uno di 4. Le indagini, immediatamente partite per accertare la responsabilità dell’uomo sugli abusi, si sono concentrate sull’analisi dei supporti informatici in possesso del 36enne tra cui un personal computer ed uno smartphone. Dai dispositivi analizzati dagli investigatori sono emersi gli sconvolgenti filmati inviati all’uomo della maestra Mabel che abusava del piccolo alunno di 1 anno. La donna, sentita dalla polizia per direttissima, ha ammesso di aver girato il video nel 2017 quando ricopriva il ruolo di maestra in un asilo nido: la donna ha dichiarato di averlo fatto solo per compiacere l’ormai ex amante, considerato che lui spesso le aveva confessato di aver fantasticato su abusi sessuali da compiere su minori. La donna ha riferito alla polizia di averlo fatto perché le sembrava l’unico modo per convincere il 36enne a lasciare la propria moglie e ad iniziare con lei una relazione ufficiale. Sul cellulare della maestra, sequestrato per essere sottoposto ad indagine, sono stati trovati altri video osceni, girati addirittura in classe alla presenza di bambini che frequentavano la scuola elementare.

Leggi anche —> Ciclone di categoria 4: tragico il bilancio delle vittime

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori