CONDIVIDI

I cadaveri di una donna e di una piccola sono stati trovati in mare, abbracciati, al largo di Terracina nel Tirreno.

I corpi senza vita, al momento del ritrovamento, avevano il giubbotto di salvataggio. Madre e figlia  sono state recuperate e trasportate in porto dalle motovedette della Capitaneria.

Le due donne, erano uscite in mare con una moto d’acqua guidata dal compagno della donna e padre della bimba. Il corpo senza vita dell’uomo,  era stato ritrovato tre giorni fa.

A scoprire i  due cadaveri è stata la Guardia di finanza in servizio di controllo al largo di Terracina, sul litorale Pontino. La donna si chiamava Digne Cappe aveva  31 anni ed era  di origine cubana, e la figlia, Sofia, di 4 anni. La famiglia del 32enne, che gestiva insieme al fratello alcuni supermercati in provincia di Latina, in particolare a Scauri e Minturno è sconvolta. Chi lo conosceva descrive Pierluigi come una persona molto sensibile e riservata, tanto da non avere un profilo sui social.