CONDIVIDI
Auto elettrica (©Getty Images)

Le auto elettriche sono il futuro della mobilità. Molti modelli sono già sul mercato, molti altri saranno presto a disposizione nei prossimi anni tanto che soppianteranno presto le auto a benzina e diesel. Alcune nazioni stanno già annunciando il divieto dei veicoli a gasolio entro il prossimo decennio e altre nazioni seguiranno sulla stessa lunghezza d’onda.

L’adozione dell’elettrico modificherà le nostre città e i modi di comportarsi. Ad esempio, come riporta il portale Agi, “il tipico eccesso di energia dovuto al solare che si verifica a mezzogiorno potrebbe essere usato accumulato nelle auto parcheggiate, per poter essere poi usato per attenuare il picco di energia ad uso domestico legato al ritorno a casa delle persone”.

In Italia è la Sardegna ad essere all’avanguardia per avviare la sperimentazione, al fine di impiegare le fonti rinnovabili di energia sulle infrastrutture regionali qualora si introducesse la mobilità elettrica. Secondo un recente studio pubblicato su Nature Scientific Reports l’attuale produzione di energia rinnovabile della Sardegna è potenzialmente in grado di sostenere un passaggio totale alla mobilità elettrica dei pendolari.

“L’approccio basato sulla scienza della complessità permette di avere indicazioni anche per i decisori – riporta l’Agi -. Ad esempio, l’analisi dei flussi energetici attesi rivela effetti a lungo raggio sulla rete elettrica e sottolinea che gli squilibri più rilevanti sono causati dalla segregazione spaziale tra aree di produzione e di consumo. Inoltre, i risultati suggeriscono l’adozione di azioni di supporto dell’installazione di impianti di energia rinnovabile in aree per lo più coinvolte dalla mobilità degli spostamenti, evitando la segregazione spaziale tra aree di consumo e di generazione”.