CONDIVIDI
photo Facebook / Matteo Barbieri

La tragedia di Matteo Barbieri e il mistero del cellulare

Il corpo senza vita di Matteo Barbieri è stato ritrovato dieci giorni dopo la scomparsa in una scarpata lungo la Braccanese, poco fuori Roma, accanto alla sua amatissima Honda CB 500 ABS. Ma la dinamica dell’incidente è ancora tutto d chiarire e disseminato di interrogativi.

Matteo è scomparso nella notte tra l’11 e il 12 luglio, mentre tornava dal lavoro. Mezz’ora (00:36) prima aveva mandato un messaggio alla fidanzata per avvisarla della fine del turno. Aveva 18 anni e stava tornando a casa, ad Anguillara Sabazia, ma un destino crudele ha voluto che quella notte la sua vita fosse drammaticamente scomparsa. Era una strada che conosceva benissimo e sembra difficile pensare ad un errore di guida. Una seconda ipotesi è che qualcuno gli abbia tagliato la strada. Il mistero si infittisce con il cellulare che risulta ancora acceso il giorno dopo la scomparsa e il segnale indicava dei spostamenti, come scoperto dal padre con l’app Google. Perché il segnale del cellulare camminava? Chi lo aveva tra le mani? Tutto è ancora da chiarire. Gli esami sulla moto di Matteo Barbieri e l’autopsia potrebbero dare qualche risposta.

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori