CONDIVIDI
photo Facebook

Andrea Iannone ha fatto la sua modesta comparsa nel noto programma ‘C’è posta per te’ di Maria De Filippi al fianco di Belen Rodriguez. A pochi giorni dall’inizio del Motomondiale il pilota di Vasto si immerge in quel mondo dello spettacolo che da quasi un anno a questa parte corre parallelo alla sua vita in pista. Piaccia o no, ha saputo dare audience alla sua carriera e per certi versi alla MotoGP.

Il vasto ventaglio della sua tifoseria si spacca ancora una volta dopo la sua presenza sul grande schermo. “Iannone praticamente l’han messo lì a far da soprammobile, secondo me non ha neanche capito cosa stava succedendo”, recita un commento social. “Belen ha trasformato pure Iannone in un sosia sfatto e rifatto di Corona”, si legge in un altro commento. E ancora: “Iannone sembra Fabrizio Corona 2.0.”, “E con “C’e Posta per Te” hai davvero toccato il fondo! Torna a fare il pilota!”. Non manca chi difende Andrea Iannone dalle accuse sui social network: “Ma perché continuare a insultare Iannone?!? Quel ragazzo sono anni che viene continuamente insultato e deriso ma ciò nonostante continua a seguire i suoi sentimenti con una educazione oltre ogni limite e sempre con il sorriso!”.

Abbiamo detto piaccia o no, questo è il nuovo Andrea Iannone, impegnato in pista ma anche davanti agli obiettivi dei fotografi, come testimonial di brand. Eppur alzi la mano chi non approfitterebbe della situazione per non aggiungere fama alla fama, chi direbbe ‘no’ all’amore di una donna di cotanta bellezza solo per fare un piacere ad una fascia di follower, alzi la mano chi a 28 anni non ha vissuto il suo periodo di romantica follia. Sarebbero pochi i “martiri” che in tutta coscienza preferirebbero dedicarsi ad una vita austera. Cambiano i tempi e bisogna adeguarsi, ognuno libero (piloti compresi) di decidere come adoperare i social networks. I piloti sono umani tra i comuni mortali e nel caso del rider Suzuki sarà la pista a dare il responso. Domenica si ricomincia dal Qatar e per l’abruzzese inizia una stagione dove non solo dovrà dare certezze sportive (e contrattuali), ma anche una risposta alle tante critiche ‘social’. Adesso servono i risultati.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori