CONDIVIDI
Moto (getty images)
Moto (getty images)

 

Diventare possessori di una moto è il sogno di tanti ragazzi. Una volta raggiunto il traguardo tanto ambito si incappa in alcuni errori di inesperienza. Essere motociclista è una cosa che si raggiunge giorno dopo giorno. Il sito insella.it ci offre l’elenco di 10 errori che si commettono quando si è alle prime armi.

1) Dal concessionario – Bisogna saper scegliere bene la moto che si acquista ed essere consapevoli delle proprie capacità. Non bisogna emulare per forza gli idoli del Motomondiale.

2) Il cavalletto – Bisogna ricordarsi di toglierlo alla partenza. Sembra una cosa banale, ma all’inizio non lo è.

3) Il bloccadisco – Mai dimenticarlo inserito. Si rischiano una caduta da fermo nella migliore delle ipotesi e il danneggiamento del disco e della pinza nel caso peggiore…

4) Le manovre da fermo – Se volete spostare la vostra moto a motore spento, agendo quindi sul manubrio ma restando in piedi, fate molta attenzione. La moto è in quasi tutti i casi molto pesante e se si inclina recuperarla è impossibile.

5) Le “prove libere” su strada – Così come avviene quando uno prende la patente della macchina, bisogna inizialmente provare la moto su strade poco trafficate, oppure su zone ampie dove magari sono presenti dei parcheggi privi di macchine. Poi, si va in strada.

6) I fondamentali – Un corso di guida sicura è sempre una buona soluzione per imparare a conoscere la propria moto e muoversi correttamente su strada. Non fate gli ‘snob’ pensando che non servano a nulla. Se fatti bene sono utili.

7) La gestione quotidiana – Lavarla o dotarla di accessori utili non è fondamentale. Bisogna infatti pensare al controllo (quasi) quotidiano della pressione delle gomme, i livelli di olio e acqua, l’ingrassaggio della catena…

8) Le chiacchiere da bar – Problemi con la moto? Non ascoltate il consiglio di uno o dell’altro, ma leggete attentamente il libretto di uso e manutenzione della vostra moto, solo lì troverete le risposte più adatte

9) L’entusiasmo – Sulla moto non siete degli ‘invincibili’, anche se la sensazione può arrivare. La strada è pericolosa, a maggior ragione su due ruote. Quindi, prudenza!

10) L’abbigliamento adeguato – Non seguite la moda, ma cercate gli abiti adatti alla sicurezza passiva. Un abbigliamento adeguato e un casco omologato, anche se poco fashion, salvano la vita.

Redazione