CONDIVIDI

DJ FRANCESCO & HUMMER H1 –
Grande moda e amore per i Suv tra i vip di casa nostra, è così che Francesco Facchinetti, show-man e figlio del cantante dei Pooh Roberto, possiede un Hummer H1.

Dj Francesco

L’Hummer è stata la prima casa automobilistica a produrre una macchina di queste caratteristiche. Negli anni 90, precisamente nel 1992, l’AM general costruttrice del veicolo per l’esercito Humvee ha deciso di produrne una versione civile. L’H1 è la versione più grande della gamma, e costa vicino ai 200,000 euro. E’ stato prodotto fino al 2006 ed è una macchina dalle grandi prestazioni.

La prima serie infatti ha sviluppato un motore V8 turbodiesel da 205 cavalli vapore a 4,400 giri al minuto. Una velocità massima importante, vicina ai 140 km/h, e un peso di 3,428 kg.
Ne è uscita una seconda serie, dal 2005, con un motore V8 di 6.6 litri con 300 cavalli capace di portare il motore oltre i 140 km/h e un accelerazione da 0 a 100 in 13.5 secondi.

Dj Francesco, così si faceva chiamare, ha deciso di puntare quindi su una macchina dalle prestazioni e dall’aspetto importante e deciso.
Francesco Facchinetti è nato il 2 maggio del 1980 e ha intrapreso una carriera di cantante nel 2003 quando lancia il tormentone dell’estate ‘La canzone del Capitano’. Da allora è per tutti Dj Francesco e fino al 2007 incide tre album di buon successo commerciale, che lo rilanciano agli occhi del pubblico come ‘il figlio di uno dei Pooh’. E’ infatti figlio d’arte di Roberto Facchinetti, colonna portante del famoso gruppo italiano.

Col suo ultimo album ha però deciso di farsi chiamare semplicemente Francesco, dando una scossa alla sua carriera che poi ha subito una decisiva virata. Infatti sembra che ora Facchinetti Jr abbia deciso di smettere, momentaneamente, di cantare per intraprendere la carriera da conduttore. Diventando poi immagine di programmi interessanti come X Factor, reality show dedicato al mondo della musica.

Hummer H1

Francesco ha deciso di puntare su una macchina prestigiosa, che non tutti si possono permettere ma che in molti amano.

Matteo Fantozzi