CONDIVIDI

General Motors ha già inviato la richiesta alle autorità Usa per produrre e portare su strada la Cruise AV, un’auto a guida autonoma e senza volante. Dovrebbe debuttare entro la fine del 2019 accorciando i tempi di un paio di anni rispetto a quanto previsto.

I primi test sono già in corso a Phoenix e San Francisco. Adesso però la casa automobilistica ha deciso di inviare al Dipartimento dei trasporti americano la richiesta per produrla e utilizzarla su strada oltre il recinto controllato delle sperimentazioni.

La Cruise Av sarà un crossover ad alimentazione elettrica. Oltre a sportelli, fari e cerchi spicca però la strumentazione necessaria alla guida autonoma: telecamere, sensori, radar. Ma la rivoluzione è all’interno dell’abitacolo: niente volante, niente pedali. I display saranno posizionati al centro della plancia (per chi viaggia sui sedili anteriori) e sui poggiatesta (per chi viaggia su quelli posteriori). GM la definisce come “il primo veicolo pronto per la produzione e ad operare autonomamente, senza pilota e controlli manuali”. Come le altre vetture senza volante e pedali, l’obiettivo non è la vendita diretta ai cittadini ma lo sviluppo di flotte per il car-sharing. L’auto si prenota con un’app e conosce già il punto di partenza e di arrivo desiderato dal passeggero.